Ginecologia

Ovaio Policistico

No Comments

Infertilità e Ciclo irregolare ?

La sindrome dell’ovaio policistico può esserne causa.

 

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è un disturbo del sistema endocrino (squilibrio ormonale )  che colpisce le donne in età riproduttiva. Nella sindrome dell’ovaio policistico (PCOS),quantità eccessive di androgeni (ormoni “maschili” come il testosterone) sono prodotte dalle ovaie.

La sindrome colpisce le ovaie di una donna, ovvero gli organi riproduttivi che producono estrogeni e progesterone, ormoni che regolano il ciclo mestruale; le donne che soffrono di questo problema tendono ad aver un ingrossamento delle ovaie causato dalle tantissime sacche piene di liquido(cisti)che vi sono al suo interno.

La parola “policistico” infatti significa “molte cisti”. Queste sacche sono in realtà dei follicoli, che non riescono ad innescare un’ovulazione per l’incompleta immaturazione dell’ovulo. L’incompleta maturazione di numerosi follicoli, a sua volta, determina la formazione di piccole cisti.
Piccoli accorgimenti e Sintomi principali:

  • Ciclo mestruale irregolare.
  • Eccessiva peluria sul viso, sul mento o sul resto del corpo.
  • Acnesul viso, sul petto e sulla parte superiore della schiena.
  • Pelle grassa causata dai cambiamenti ormonali.
  • Capelli che si assottiglianoo perdita di capelli sul cuoio capelluto.
  • Aumento di pesoo difficoltà a perdere peso.
  • Oscuramento della pelle, in particolare lungo le pieghe del collo, all’inguine e sotto il seno.
  • Mal di testa.

Trattamento:

Il trattamento PCOS si concentra sulla gestione delle preoccupazioni individuali, come infertilità, irsutismo, acne o obesità. Il trattamento specifico potrebbe comportare cambiamenti nello stile di vita o farmaci tra cui l’uso di pillole anticoncezionali  prescritte per la regolarizzazione del ciclo o per ridurre la crescita eccessiva di peluria sul viso. Una modesta riduzione del peso, in alcuni casi potrebbe migliorare le condizioni.

Nonostante alcuni sintomi possano essere già presenti prima del menarca, molte sono le donne che non sanno di soffrire di questo disturbo; avere livelli androgeni superiori al normale può influire sulla fertilità, può aumentare il rischio di complicazioni di gravidanza e aborto spontaneo  e può influire su altri aspetti della salute. All’accusare di alcuni di questi sintomi è bene effettuare una visita ginecologica o endocrinologa per poter stabilire una diagnosi precoce in modo da poter risolvere il problema.

Ciclo Mestruale. QUELLO CHE DEVI SAPERE !

No Comments

Ciclo  mestruale. Quali le cause di un eventuale irregolarità e quando è il caso di preoccuparsi ?

Un ciclo si definisce normale se arriva ogni 28-30 giorni, con un range che va dai 21 ai 35 giorni

e nel momento in cui raggiunge una sua regolarità, tende a conservare la stessa ritmicità .

Ogni donna ha il proprio ritmo mestruale, con una variabilità assolutamente normale.

Le mestruazioni possono essere puntuali o un poco irregolari e la quantità scarsa o abbondante.

Possono essere dolorose o no, durare pochi giorni o di più, e rientrare ancora nella normalità.

Quando il ciclo si definisce irregolare ? e  quali possono essere le cause di un ciclo irregolare?

Il ciclo si può definire irregolare quando inizia a saltare per uno o più mesi, oppure quando si presenta più volte nell’arco dello stesso mese (polimenorrea).

Anche lo stile di vita della donna, non è da sottovalutare in quanto variazioni di peso, disturbi alimentari, eccessiva  attività fisica, magrezza eccessiva, carenza di sonno, presenza di stress incidono sulla regolarità mestruale, interferendo con il fenomeno dell’ovulazione. Se, nonostante tutto, il ciclo mestruale resta irregolare, è il caso di fare accertamenti per capirne la causa.

Le cause possono essere diverse, tra cui:

Fibromi uterini: Sono tumori benigni dell’utero che possono essere la causa di mestruazioni dolorose e sanguinamenti tra un ciclo e l’altro.

Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS): Si tratta di un disturbo ormonale piuttosto comune e spesso passeggero che può causare piccole cisti ovariche e periodi irregolari. Quando è importante necessita di cure.

Insufficienza ovarica precoce: Si tratta della perdita della normale funzione ovarica prima dei 40 anni. Nelle donne con insufficienza ovarica prematura (insufficienza ovarica primaria) possono verificarsi cicli irregolari o infrequenti per anni.

Gravidanza o allattamento: Se la mestruazione ritarda, può essere un segnale precoce di una gravidanza. In genere, l’allattamento al seno ritarda il ritorno delle mestruazioni dopo la gravidanza.

Malattia infiammatoria pelvica (PID):Questa infezione degli organi riproduttivi può causare sanguinamento mestruale irre golare.

Menopausa e peri-menopausa l’età media di menopausa è 52 anni, chi prima chi dopo nel periodo di passaggio può avere dei disturbi del ciclo o periodi di amenorrea.

E’ importante quindi effettuare  un’ecografia dell’apparato genitale per escludere la presenza  di tutto ciò in modo da poter intervenire

Il ciclo mestruale può essere uno degli indicatori della salute di una donna. E’ quindi utile prendere nota degli eventi mensili e riconoscere le irregolarità. Se non sai quando è cominciata la tua ultima mestruazione e quanto è durata, è meglio che cominci a seguire i tuoi cicli mestruali. Il ciclo mestruale, si conta dal primo giorno della mestruazione fino al primo giorno del ciclo successivo In questo modo puoi capire cosa è normale per te e cosa non lo è.

 

Cosa vuoi cercare?

E tu sapevi che…