Alcuni consigli per prevenire questo problema durante le giornate al mare.

D’estate vien voglia di andare a mare, di divertirsi e giocare sulla sabbia,

ma attenti! I nostri piedi sono molto soggetti alle infezioni.

Le verruche plantari sono il principale problema di rischio;

si presentano come piccole escrescenze sulle piante dei piedi caratterizzate da pelle ispessita e ruvida al tatto. Di solito sono tonde e grandi meno di un centimetro e possono essere dolorose. L’infezione viene contratta per semplice contatto diretto, oppure adagiando il piede su una superficie infetta.

Si possono distinguere diverse tipologie di verruche: verruche plantari semplici, plantari a mosaico e periungueali.

  • plantari semplici: sono le più diffuse di colore giallastro, ruvide al tatto, spesse e squamose. Compaiono solitamente su tallone e pianta del piede, ma è frequente anche l’insorgenza tra le dita del piede causando dolore quando si cammina.
  • a mosaico: caratterizzate dalla presenza di piccole crosticine, la loro disposizione ricorda quella di un mosaico.
  • periungueali: si presentano in prossimità dell’unghia e con il tempo possono arrivare a svilupparsi anche tra unghia e letto ungueale.

 

Fattori di rischio

 

Il caldo umido, l’igiene limitata, il passaggio continuo di persone in luoghi pubblici e l’indebolimento del nostro sistema immunitario sono la causa principale di tale insorgenza.

 

 

Ecco dei piccoli consigli da mettere in atto non solo quando si è in spiaggia ma anche nella vita di tutti i giorni:

-Evitare di utilizzare docce pubbliche

-Evitare di camminare a piedi nudi in luoghi molto frequentati;

-Applicare una crema solare

-Utilizzare sempre il proprio telo mare  e non asciugamani condivisi;

-Evitare di passeggiare sulla sabbia bagnata; è consigliabile passeggiare in riva dove vi è l’acqua o sulla sabbia asciutta.

-Non indossare scarpe che non lascino respirare il piede;

Fondamentale è la cura dell’igiene della pelle in quanto la presenza di lesioni cutanee facilita l’ingresso dei virus causando l’infezione.

È compito del podologo stabilire di che tipo di verruca si tratti e quale trattamento effettuare nel caso l’infezione si protrae .

 

 

 

I commenti sono chiusi.

Cosa vuoi cercare?

E tu sapevi che…